martedì, luglio 19, 2011

Di tutte le bestialità che mi vengono in mente: olio ed acqua

Quando intorno a te accadono gli eventi più disparati, inattesi, confusi, insoliti, indesiderati o sognati, a volte hai percezione di quanto distanti siano tra loro le vite degli altri, mentre tu, al centro, ti senti una macchia d'olio.

Ma se ognuno è una macchia d'olio in mezzo all'accavallarsi svelto delle vite, pensavo, non c'è un reale limpido fluido in cui siamo immersi, piuttosto, al contatto, solo una gran pozza oleosa.

Se l'esistenza è una profumata pozza di giallo olio d'oliva, non a torto quindi di tanto in tanto mi sento un pesce pronto per essere fritto.








Posta un commento