martedì, dicembre 15, 2015

Lettera #4

E abbi cura di te bambina mia, scegli bene gli occhi da guardare appena sveglia e prima di dormire la sera. Abbi cura delle tue fragilità, già che quelle saranno sempre il nido del tuo più insospettabile coraggio.
Abbi pazienza con le debolezze altrui perché solo così potrai capire quanta ce ne vorrà per accettare le tue. Trattieni le paure più istintive e sta attenta a chi ti fa temere il tuo lato peggiore.
Ascolta con prudenza, le parole si fanno complicate per chi non vuole mettersi a nudo, semplici quando tentano di conquistare la fiducia.
Impara a coltivare il tuo entusiasmo e proteggilo dal cinismo che crescerà con te negli anni.
Abbi cura del tuo tempo, ripulisci gli angoli in cui ristagna senza senso e scioglilo quando s'aggroviglia senza che tu riesca a controllarlo. Stringi un fiocco se desideri ricordare qualcosa.
Abbi la misura, inventane una tua e usala per l'intensità delle emozioni di chi hai accanto. Impegnati a non usarla mai per differenza e somma tutto a te se il risultato non ti torna.
Strizza forte le tue aspettative e cerca di tenere sempre la tua volontà pulita da indossare.
E scegli bimba mia, abbi sempre una scelta nascosta nella tasca, da poter stringere nel pugno quando valichi un limite oltre il quale ti smarrisci.


2 commenti:

franco battaglia ha detto...

"..una scelta nascosta nella tasca.."
di quelle gualcite come uno scontrino dimenticato.
Da guardartela nelle notti che nessuno ti pensa più.
Quando hai abbandonato il cuore che credevi di stare arredando.
Cacciato fuori proprio mentre sceglievi l'anta per i tuoi vestiti.
Rimiratela quella scelta.

Alessandra Bacci ha detto...

franco battaglia e conservala, che son certa, che alla fine non si strappa.