giovedì, ottobre 29, 2015

Ti trova solo chi ti sa cercare.

Mai più in questi anni ho raccontato a qualcuno del mio angioletto di pietra. Ho smesso persino di cercarlo oltre le foglie se passo vicino.


Eppure so che è lì, con quel che di me forse non c'è più.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

lo capisco.


anna (http://annaincammino.blogspot.it)

franco battaglia ha detto...

Lasciamo tracce in luoghi remoti. E le ritroviamo a distanza di anni. A distanza di fatti. A distanza di un pensiero.

Anonimo ha detto...

alt, sei solo ancora in modalità baustelle (s.f. (-, -n))

prima o poi qualcuno tanto equilibrato, forte e con paraschizzi-impermeabile-antittutto tali da imbandire il coso lì a festa nuziale lo troverai.

io, da sempre, sono stato contrario al rubarlo alla dirimpettaia.

e la cosa più grave è che per inviare questo commento ho dovuto:

1- dimostrare di non essere un robot.
2- selezionare tra le 'bevande' la granita, chessennò non mi dava l'ok, schifo di captcha.