sabato, settembre 10, 2011

Il Signor Virgola Caligola Naso*
per gli amici Quello Grigio

E non sapevo cosa scrivere, perché scrivere di un piccolo coniglio sembra strano. Sembra quasi ridicolo, perché nessuno può capire. E allora guardando uno stupido film, che poi forse tanto stupido non era, ho capito che non era ridicolo affatto.
Perché quel piccoletto ci ha fatto ridere un sacco, ci ha intenerito il cuore, ci ha fatto arrabbiare, litigare, ha sporcato ovunque e ha rosicchiato tutti i fili di casa... ma era il nostro cucciolo, un pezzettino della nostra famiglia e ha riempito i nostri ricordi. ...e come si fa a sentirsi arrabbiati fino in fondo davanti ad un guaio, a non ridere se tutto non è in ordine intorno a lui, a non voler fare un sacrificio in più ogni giorno anche se è notte fonda, come si fa a non pensare che i suoi ultimi due mesi è stato libero e felice e non esserne felici anche noi... come si fa non sentirsi così tristi oggi...


"Ohana significa famiglia e famiglia vuol dire che che nessuno viene abbandonato o dimenticato."

E noi ci ricorderemo sempre delle sue palline odiose, del rumore del legno rosicchiato nel cuore della notte, dei suoi dispetti a Punto, della sua codina bianca e del cuscino azzurro.
Io mi ricorderò sempre del momento in cui, per la prima volta, tanti anni fa, ti ho sentito piccolo e indifeso tra le mie mani, mi ricorderò sempre di te nella nostra piccola strana famiglia disastrata, dove tu avevi un posticino d'onore, con il sederino rivolto a Punto.




...e in quest'origami c'è un pochino del nostro amore per te.

* che nemmeno un papa avrebbe avuto un nome così regale e figo!


6 commenti:

sabrina ancarola ha detto...

♥ piccolo...mi dispiace

iggy ha detto...

azz' pure i lignei rosicchiamenti notturni.. senza metterlo in frigorifero? complimenti..

Chica ha detto...

:(((.....piccino....mi spiace tanto.....

Ale ha detto...

:(

Danilo ha detto...

Mi ha davvero intenerito questo post e quel buffo origami. Qui Virgola vive ancora, nell'immaginazione di chi legge

Ale ha detto...

Grazie Dani... è un pensiero che mi fa sorridere e mi rende un po' felice. Il mio origami, giuro che gli somiglia un sacco!