giovedì, agosto 26, 2010

Basta una parola dolce. A volte. E a volte no.

Se finissero, ad un certo punto, tutte le metafore banali.
E se per esempio non ci fossero più rose senza spine o funamboli sospesi.
O se ancor peggio non ci fossero più lune e soli, o aquile e polli.
Che accadrebbe?
Se ogni relazione diventasse troppo elastica.
Non la si potesse tendere o accorciare.
O rimanesse molle eppure circolare.
Se finissero anche i gatti che si mordono la coda.
Che faresti?
Se piombassi a picco dopo uno strapiombo.
Ma non ci fosse più il fondo.
Che le parole e le metafore banali fossero finite.
Finiresti per precipitare eternamente?
O il bruco la smettesse di farsi farfalla.
E il brutto anatroccolo un cigno.
Non ci fossero più principi, né principesse, né reame.
Se finissero le favole?
E se ogni laccio che tu leghi, ti si slega.
Che un finale così banale finisce troppo presto.
Metti un punto.

E ricominci?

Ne sei sicuro?

2 commenti:

giardigno65 ha detto...

troveremo sempre uin marchese di CARABA'

Ale ha detto...

ahinoi.