giovedì, marzo 19, 2009

Dialogo nel buio

Rimanere inghiottiti in un buio atavico. Nel prima e nel dopo fatti presente. Un buio che ti assaggia.
Esplorare uno spazio ed un tempo che si restringono ed allargano senza misura.
Seguire una voce, come una luce. Cercando con foga bagliori, come lucciole.
Gli odori si confondono. Menta e Caffè richiamano solo un ricordo ed un rimpianto.
Il vento sul viso rimane tale e quale. così come l'acqua sulle mani o le pietre sotto i piedi.
Rumori e rumori e rumori...indistinti, senza sapore e odore.
Gli occhi cercano di chiudersi, in un gesto confortante.
Un attimo prima di tornare alla luce ti chiedi se davvero lo vuoi.
Lo vuoi?
Vuoi davvero rinascere in questo mondo fatto di luci impietose?
Vorresti ancora un attimo per decidere, per poter scegliere prima che succeda ancora.
Prima di rinascere di nuovo.

"l'essenziale è invisibile agli occhi", l'ho letto, oggi, nel buio... con le mani.

Posta un commento