martedì, ottobre 22, 2013

Se non le scrivi, non potrai di certo cancellarle.

Mi viene sempre in mente quell'immagine. E mi stanca.
S'aggrappano le immagini nella mia testa. Scavano una tana e ci restano per mesi, a volte anni.
Puoi cercare di stanarle quanto vuoi, si infilano cocciute in cunicoli più stretti e più profondi.
Non hanno corpo o un tempo esatto, mi arredano di dettagli le pareti della mente, s'accomodano senza chiedere il permesso e se non le scrivi s'intestardiscono e restano immobili per giorni.
Mi viene sempre in mente quell'immagine di me bambina che cammino appesa ai pantaloni di mio padre.
Ho i piedi piccoli sui suoi e guardo dietro alle mie spalle.

Mi viene sempre in mente quell'immagine eppure ormai cammino bene anche sui miei nonostante la paura enorme di cadere.


2 commenti:

Laura ha detto...

ormai riesco a leggere solo il tuo blog...e qualche giorno prenderò qualche pezzetto dei tuoi racconti e li porterò nel mio...(con un link di rimando). Brava Ale.

Ale ha detto...

:) qui sei sempre la benvenuta, un tè con i biscotti?
...grazie :*