martedì, novembre 15, 2011

Io e Xia

Ognuno ha l'infanzia che si merita. Della mia, nonostante tutto, non mi posso lamentare.
Alle elementari arrivò in classe una bambina cinese, diventammo subito amichette del cuore. Io le insegnavo a scrivere fuoco in italiano, lei tentava di insegnarmi a scriverlo in ideogrammi, facevamo la Cultura, noi. Giocavamo con le barbie e a fare le commesse, lei aveva già la stoffa per gli affari, io vista la pubblicità, sindacavo sul look troppo esotico di barbie benetton.
Noi, bambine degli anni novanta eravamo una coppia inseparabile almeno tanto quanto i pidocchi che prendemmo all'unisono nella lontana primavera del '92.
Noi, bambine degli anni novanta in una società ancora troppo poco multiculturale, eravamo l'avanguardia.
Noi, non mangiavamo a merenda le merendine del mulino, noi mangiavamo pesce secco in agrodolce.
Noi, eravamo avanti.
E dopo più di vent'anni io, il pesce secco, in quel di Milano, l'ho ritrovato.



11 commenti:

Fabiana ha detto...

Non ci posso credere! Il pesce essiccato credo rimarrà per sempre nella lista "ancora javascript:void(0)da provare" -.-'

Chicca ha detto...

e Xia?

Ale ha detto...

Fabi :D è terribile ma va assolutamente assaggiato!

Chicca... uhm... buh. gente che entra e gente che esce dalla vita. So che ha due bimbi ed ha cambiato città. :)

Stella ha detto...

io insegnavo a Sesto San giovanni (mi) scuole medie e una bambina cinese (aveva i capelli e non solo che le puzzavano di fritto)mi regalava le caramelle fatte con la farina di pesce...uno schifo! ma per me era un bellissimo dono.

George ha detto...

Io avevo una foto con una ragazzina cinese a Venezia da bambino. Forse per questo mi piacciono le orientali ;)

Baol ha detto...

Ma è buono uguale?

Non credo, mi sa che le cose che hanno, in più, il ricordo ad insaporirle sono inarrivabili!

iggy ha detto...

a milano c'è tutto!
ah, che città..

tipo oggi c'è una nebbia da schifo, tipo come negli anni 70-80 :-(

Ale ha detto...

stella :D lo è! se te le trovo te le compro! :p

george ...io amo la cucina cinese... dici che vale lo stesso? :)

baol...uhm... quoto "le cose che hanno, in più, il ricordo ad insaporirle sono inarrivabili!". Ma non è così male come sembra ("dica lo giuro") LO GIURO!

iggy a me MI MI piace! nebbia e pesce secco inclusi!

iggy ha detto...

pure a me, eppure tanto, cara signorina lei ;-)
e ti dirò di più: fatico a non replicare a chi si lamenta del clima, della nebbia, della fretta, di questo e di quello..
mi viene solo da dir loro che sono incapaci di scoprire la città che li ospita, ma solo di sfruttarla. complimenti..

S A ® A ha detto...

Che bello questo post.. [non so che sapore abbia quel coso, ma la tua amicizia dev'esser stata qualcosa di davvero dolce] :)

Un caro saluto, Sara!

Chicca ha detto...

Xia è uscita lasciandoti un dono prezioso: "il colore del grano".

"...I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste!disse la volpe. Ma tu hai dei capelli color d'oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai
addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano…"
La volpe tacque e guardò a lungo il piccolo principe...

E quando l'ora della partenza fu vicina:
-Ah!disse la volpe, …Piangerò.
- La colpa è tua, disse il piccolo principe, Io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi…"
- E' vero", disse la volpe.
- Ma piangerai!" disse il piccolo principe.
- E' certo", disse la volpe.
- Ma allora che ci guadagni?"
- Ci guadagno", disse la volpe, " il colore del grano".