giovedì, maggio 05, 2011

Di quei silenzi in cui scivolo a volte nella vita, senza averlo atteso. e previsto. in cui cheto le correnti vive e calde che increspano i miei pensieri. e le abbandono, come un veliero, senza soluzione, con continuità, cambiando rotta lentamente. una lontana.
Di quei silenzi tanto più profondi quanto misterioso è il proprio animo e bassa sarebbe la voce per raccontare i suoi angoli più reconditi e la sua storia. per pudore e incanto. di sensazioni ed emozioni, si muovono le viscere.
Di quei silenzi che sulla distanza portano se stessi, come cavalli sordi. per non guardare alla mancanza. che di parole precise si alimentano, e vi si aggrappano per spingersi ancora più lontano.
Di questi silenzi in cui io vado via nella direzione opposta. senza inseguire nessuno. lontana.

Posta un commento