sabato, aprile 30, 2011

Era perfetta.

Ce n'era una in un'ampolla come questa senza tappo. forse più alta. Sotto gli archi, alla luce dei lampioni, aveva sul tavolo di legno un'ombra soffusa, dorata, poco netta.

Una peonia.

...solo per caso, in un posto incantevole, dall'atmosfera magica, ho scoperto uno dei miei fiori preferiti. e non lo stavo cercando.



Simbolo della femminilità, circondata da molte leggende, la peonia era considerata nell'antica Cina e in Giappone "la regina di tutti i fiori" nonché il fiore degli imperatori, i soli e unici a poterla coltivare e raccogliere. 

Elegante, voluttuosa, delicata, è chiamata "la rosa senza spine" e la sua è un'ambizione più che comprensibile. A differenza delle rose Tea, che all'exploit di maggio fanno seguire una lunga stagione di fioritura, la peonia, unica, invece, non si ripete, e forse la sua regalità sta proprio in quell'apparizione perfetta ed effimera che concede in piena primavera. Deve essere questo il motivo per cui in Oriente è considerata simbolo di nobiltà, eleganza e gloria imperiale, e in quanto tale per molto tempo appannaggio esclusivo dei raffinati giardini blasonati nel Celeste Impero.

La simbologia della peonia è complessa e circonvoluta come i suoi petali. Appariscente, lussureggiante, incarna amore e affetto, prosperità, onore, valore, nobiltà d’animo e, in piena fioritura, pace. Dolcemente profumata è simbolo delle romantiche storie d’amore, offrirla in dono è anche un modo silenzioso per confessare "tu mi regali serenità". Le peonie bianche sono il simbolo tradizionale delle giovani ragazze che si sono distinte per bellezza, ma soprattutto per arguzia; quelle rosse sono il simbolo erotico dei genitali femminili, per cui quando scende la rugiada, il fiore si apre.

Per il Feng Shui la peonia è di influenza positiva sulla donna e sull'uomo per il loro vivere insieme in armonia, un mazzo di questi fiori andrebbe così donato e collocato in un vaso a sud-ovest della camera da letto per avere una compagna fedele e amorevole. Una coppia di peonie rosa invece varrebbe da catalizzatore energetico soprattutto per migliorare l'amore e per il romanticismo.

Attorno a questo fiore, grazie anche alle sue doti officinali, si avvicendano miti e storie antiche. Nella mitologia greca, Paeon, allievo di Asclepio (Esculapio per i Romani), dio greco della medicina, venne trasformato in fiore di peonia da Zeus per salvarlo dall'invidia del suo maestro. Altro mito vuole che Paeon, figlio di Asclepio, venne tramutato in peonia da Ade, dopo averla guarita, per salvarlo dalla gelosia del padre, annientato dalle sue capacità. I Greci credevano che Apollo spesso si travestisse da Paeon e cantasse canzoni di lode (dette Peana) a se stesso. Con il tempo Paeon divenne un epiteto di Apollo per la sua qualità di guarire e, pertanto, propiziato come dio della guarigione.

Nella Cina antica, si è diffusa come pianta ornamentale con l'imperatore Yang (605-617) della dinastia Sui (581-618), diventando popolare e protetta nei palazzi imperiali durante la successiva dinastia Tang (618-907). In Europa la pianta erbacea giunse grazie alle legioni romane, intorno al 1200, e il primo albero arrivò nel vecchio continente grazie a Sir Joseph Banks nel 1789.

Per i Greci, e poi sino all'Ottocento, le radici e i petali sono stati il rimedio specifico contro l'epilessia, mentre in epoca romana si riteneva che le foglie di peonia, in ghirlande al collo di chi veniva colto da follia, rappresentassero un toccasana per farlo rinsavire. La fitoterapia moderna si limita a usare l'alcaloide e l'olio essenziale estratti da petali e radici per curare nervosismo, spasmi, tossi convulse e varici.
II filosofo greco Teofrasto (372-287 a.C.), noto anche per aver scritto le più importanti opere di botanica dell'epoca, affermò che per usi curativi i semi e le radici di peonia dovevano essere raccolti solo di notte, quando il picchio dorme. Essendo la peonia una pianta consacrata a questo uccello, si correva altrimenti il rischio di essere sorpresi e beccati a morte!

Nella letteratura giapponese, a questi fiori sono stati dedicati numerosi haiku

Caduto il fiore
resiste
l'immagine della peonia.
Yosa Buson

Tra i fiori che si scuriscono
la bianca peonia
cattura la luna.
Kato Gyodai

La peonia, è un fiore incredibile.



...proprio così.

3 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Questo post farebbe la sua porca figura anche su Ladri di Bellezza. GRazie! NOn conoscevo la storia e le qualità di questo fiore.

Ah, carina la scelta del gasteropode nello sfondo pagina!

MrJamesFord ha detto...

Ottimo post davvero.
Io di fiori non so una beata favazza, ma è stato un piacere leggere questa storia e lasciarmi trasportare.

Ale ha detto...

Inneres il gastercoso sorveglia e vigila... un gastersfinge, direi.

MrJames :) grazie... è un bellissimo fiore!