martedì, ottobre 21, 2008

Dall' Homo Sapiens all' Homo Videns... in mezzo il mio pesce rosso... finchè fu l'epoca dell' Homo Frāgrans

Sartori nel 2000 scrisse un saggio acclamando il passaggio epocale da Homo Sapiens a Homo Videns. Una prospettiva interessante, ricca di spunti e ampiamente condivisibile che suggerisce una progressiva e sempre maggiore predominanza dell'immagine nella quotidianità dell'uomo contemporaneo, tutta a discapito della parola.
Una gerarchia dei sensi che dalla parola alla scrittura, dalla lingua alla mano, si estende cibernetica (agg. f. s.) nell'immagine, nel tuo occhio.
Ammalianti teorie sull'interazione dei sensi hanno riempito pagine e pagine in secoli di letteratura, intellettuali in simposio ancor oggi indagano sulle mutazioni nella percezione del sensibile che i nuovi media consciamente e inconsciamente inducono e io, sotto la doccia, ho avuto un'illuminazione.

Una progressiva estensione dei sensi ed una gerarchia degli stessi, vede nella storia dell'umanità un'iniziale predominanza dell'udito sulla parola. In pochi parlavano, e bene, in molti si stava in silenzio ad ascoltare. Sulla parola, dopo secoli e secoli di racconti epici e gobbi amanuensi, la scrittura prese il sopravvento. In pochi scrivono, in molti leggono, finché tutti scrivono e nessuno ha tempo per leggere. Alla scrittura, segue l'immagine, il video, l'e-paper. Ingobbiti, artritici, accecati, homini videns che trascorrono ore ed ore davanti ad un schermo, ascoltando, parlando, leggendo, scrivendo, dormendo.
La lingua e l'orecchio sono appagati, la mano e l'occhio si danno da fare...
manca solo l'annusantissimo (part. pres., superl. ass.) naso.

Quando ero bambina esistevano in bagno 3,4,5 profumi essenziali:

Saponetta Palmolive
Dentifricio Colgate e/o Acquafresh
Dopobarba Floid
Borotalco

...e pochi altri.

Se eri pulito, se ti lavavi per bene, se per caso entravi in bagno dopo che qualcuno si era fatto la barba o se eri fortunato e come me avevi la doccetta a forma di pesce rosso, profumavi di questi 3,4,5 prodotti. Certo, c'erano altri profumi, altri saponi e dentifrici in commercio, ma tutto, o quasi, aveva un odore sintetico, creato ad hoc, identificativo.
L'acqua di rose, era una delle poche eccezioni. Il tappo bianco, la bottiglia blu, identica ancora oggi.
Quasi tutti i bambini facevano lo stesso odore, quasi tutte le mamme usavano Ava o Dixan.
C'era una democrazia dei profumi. Se eri sporco, puzzavi, se eri pulito, profumavi "di pulito".

Tra sollecitazioni sempre maggiori , stimoli sempre più forti, scaffali stracarichi di detergenti ed un box doccia strapieno di prodotti al profumo "di MagnoliaBionsenFreisaMandorlaPantenricciSandaloLimoneGarnier e thè verde", tra il vapore dell'acqua bollente e la stanchezza di una videns giornata, ho colto il senso ultimo dell'evoluzione.

[Da questo punto in poi è possibile appellarsi agli articoli n°1 e n°2 dei diritti imprescrittibili del lettore sanciti dall'illustre Professor Daniel Pennac]

Oroscopi, leggende animiste e tribali vogliono che l'evoluzione dell'uomo rispecchi la vita del singolo uomo. Vi è un'epoca in cui l'uomo nasce e non a caso emette solo qualche incomprensibile verso. Vi è un'epoca in cui l'uomo cammina ed i suoi passi lo conducono ad un banco e ad una penna. O meglio, vi è un'epoca in cui l'uomo cammina ed i suoi primi passi lo conducono in una scuola occidentale, in una fabbrica mediorientale o a morire di fame sotto il sole africano. ...e non a caso imparerà a esprimere con parole di senso compiuto, i primi significati che saprà apprendere tra una difficoltà e l'altra, più o meno grande. Vi è poi un'epoca in cui l'uomo legge, scrive, si accultura, lavora, compila, elenca, ammucchia e non a caso mette una firma. O una croce. Vi è infine un'epoca in cui l'uomo siede e rimane a guardare, osserva il mondo, attende un feedback dalla realtà. Immagini piene, colorate e dense di significati da osservare per intuire il senso di tutto, un attimo prima che qualcun'altro l'afferri. La senilità...un'attimo prima che la morte l'afferri.

Prima di arrivare al dunque...perché un dunque, davvero, c'è... aggiungerei inoltre che...

Per millenni la chiesa cattolica ha ottenebrato le menti e mortificato le carni amputando la vista, la lingua ed il tatto, osannando l'udito e obnubilando la mente con badilate di incenso. Inebetiti adepti salvati dal chaos dell'esistenza a suon di omelie ed al ritmo incessante delle preghiere.
L'incenso è una trovata geniale.

ed eccoci al punto.

Mi sembra sempre più evidente che l'epoca della democrazia del profumo sia da tempo svanita.
Felce Azzura diventa un'ammorbidente ed il bagnoschiuma non è più bagnoschiuma ma un'esperienza unica e irripetibile di casalinga Aromatherapy. Il sapone per il bucato al marsiglia dal cilindro della Henkel esce come Bio Presto ai Fiori di Bosco.
Il santissimo balsamo Gaia in flacone formato famiglia color can che fugge, lascia il posto ad ammalianti stordenti profumi di Cocco, Vaniglia, Kiwi e finanche di Aceto di Mora.
Ma soprattutto...
La saponetta Palmolive (o il saponetto, come qualcuno suole ancora chiamarlo) si è liquefatta in snelli dispenser con

"Confezione accattivante
che mostra colorati paesaggi marini
e una formula dermatologi-camente testata,
così delicata da essere adatta per tutta la famiglia."

...con buona pace del mio pesce rosso doccetta.

Ecco dunque che sotto l'acqua bollente della mia doccia, inebriata e confusa dallo shampoo al the verde e magnolia... ho concepito l'ultimo passo dell'evoluzione della nostra specie.

A breve sorgerà una nuova era.
La nuova demagogia creerà un nuovo mostro.
L'incenso non potrà nulla contro l'avvento del quinto senso.
I governi riuniti, gli intellettuali in simposio ed i nuovi e-book, ne parleranno a iosa.
Sarà sempre più pressante il problema, una nuova solitudine accerchierà l'individuo e la rinoplastica non potrà nulla contro questo flagello.
Già le prime avvisaglie dovrebbero mettere in guardia chiunque...

...è evidente
che La Puzza si sta impossessando di noi.
...e venne l'epoca dell'Homo Frāgrans.

15 commenti:

Coq Baroque ha detto...

Trovo questo tuo post geniale. Hai ragione in tutto ed io sono talmente nostalgico del periodo della democrazia dei profumi che appena torno a Milano compro la crema per la doccia Borotalco Robert's...

ma io sono, ero e rimmaro' Homo Ludens.

stelllare ha detto...

bellissimo Post! Complimenti Ale!

E a questo proposito ti suggerirei di leggerti :"Almeno 5" di erri de luca e g.M. (ossia Come si è rivelato in noi il VERBO."DIO")

e rispondo anche a COQ, perchè tu già sai!!!

COQ non c'è da fidarsi di uomini che usano il borotalco....;o)
non diventare uno di loro!!!;o)

Todomodo ha detto...

Ops, io uso il borotalco con molto piacere :-o
Per il resto, tutto assai chiaro e assai condivisibile, e anche preoccupante, ahitutti. Piuttosto, mi sarebbe piaciuto che ci si fermasse all'aromaterapia, che è veramente antistress, non che si tracimasse in questo vortice di sensi non sense. Però diventa necessario, non foss'altro che per giustificare certe pubblicità con donne nude (!) pure per l'ammorbidente. All'aloe, ovviamente.

Coq Baroque ha detto...

Ma e' buono il profumo del borotalco, mi ricorda la mia infanzia, il periodo piu' bello per un Homo Luden.

Riguardo all'aromaterapia, ora basta! Prima i profumi per la casa, poi il bagnoschiuma, e il gel doccia aromaterapia, e il dentifricio aromaterapia, WC net aromaterapia! Ora faranno i Pringles aromaterapia e al ristorante ordineremo la cotoletta alla milanese aromaterapia. E non se ne puo' piu'. Ormai fare sesso e' come mangiare i cereali al mattino. Non si puo' leccare una persona quando profuma di vaniglia, cannella, miele, yogurt e anice stellato. Non si puo'! Be', si puo' anche... e con la crisi che c'e' si risparmia pure sul dolce...

stelllare ha detto...

che voglia di mangiare/scop....minchiaaaa!

tanto dopo un secondo anche se profumi come un confetto....sai di sesso...nun c'è nienteee dafffare...uhm!

Ale ha detto...

#coq - Grazie per il complimento!...gli uomini al borotalco sono confortanti... continua ad usarlo, non preoccuparti. Senza esagerare, si intende!

#stella - Mia cara Miss... si dia un contegno! Qui si parla di alte teorie!... ci sono odori e odori, profumi e profumi, che sempre si cerchi (e poi trovi) tra questi, il più sublime. Grazie anche a te! ;)

#todomodo - Idem per te... gli uomini al borotalco hanno un che di delicato e confortante a mio avviso... [anche se in merito talvolta io e Stella abbiamo notato discrepanze e cadute di stile].
L'aromaTherapy (quella vera) dev'essere davvero un'esperienza incantevole... certo non nel mio bagno, tra stendibiancheria e confezioni di rotoli. Sono lieta che anche tu condividi.
Ho comprato una pianta d'aloe recentemente... :/

stelllare ha detto...

;o) tvb, ma togli sta caz...di parola verifica....leggi a proposito il post di qualche giorno fa di coq.su questo argomento...

Ale ha detto...

:) tolta.

#stella - Avevo dimenticato di ringraziarti per la dritta sul libro, ho letto qualche recensione, sembra molto interessante, vedrò di procuramelo. Grazie ;)

stelllare ha detto...

;o)
♥♥♥
;o)

Coq Baroque ha detto...

@ Ale, vero che il borotalco ti fa sentire coccolato/ta?

@ Stella, hai raggione! Il profumo di confetto/biscottino speziato se ne va al primo afrore... azz, e' venuta voglia anche a me di marzapane epidermico!

stelllare ha detto...

sta diventando una hot...miiiiiii....meno male che stasera....MMMMangio:)

stelllare ha detto...

ti rendi conto ale cosa hai provocato? altro che sesto senso....o gli almeno 5.....uff

Coq Baroque ha detto...

Io mangio domani!!! :) se la tipa rimane a digiuno oggi... :(

Anonimo ha detto...

riesci a rendere "le cose" reali, quasi come se i tuoi ricordi, i tuoi odori, fossero anche i miei, e le "circonvoluzioni" della tua mente ti fanno scrivere ciò che in fondo molti di noi pensano!!!!
grazie!!!1

Ale ha detto...

#coq - il borotalco è l'odore magico di quando da piccoli dopo una gran corsa sfiancante ti prendono in braccio e ti portano in bagno per fare il bagnetto. Ti viene in mente qualcosa di più confortante?! Il borotalco è coccoloso! :)

#stella - sono le prime avvisaglie dell'avvento dell'homo fragrans... e poi finalmente sarà la pace dei sensi.

# anonimaMent' - ah! se non ci fossi tu! Chi mi faceva il bagnetto, se no! :)