domenica, agosto 28, 2011

Di tutte le bestialità che mi vengono in mente: le bolle di sapone e una foglia di sedano.

Hanno quel modo irritante di lasciarsi trasportare senza opporre resistenza, scivolando in vortici sull'acqua, alcune cose, che guardandole, non si sa bene come, alla fine ti dispiace pure che precipitino nello scarico. Pensi "se lo sono meritato", quando magari invece, oltre tubo, c'è il mare.


7 commenti:

Inneres Auge ha detto...

per cui la prossima volta che vado a defecare devo stare attento a non farne troppa per l'equilibrio dell'adriatico

Ale ha detto...

nello scarico del lavandino, l'ho cancellato a mio rischio e pericolo e sapevo che TU proprio TU avresti commentato così spoetizzante!!! :D

S A ® A ha detto...

Bellissima.. c'è sempre il mare..

:)

Un abbraccio, Sara.

sabrina ancarola ha detto...

Io pigio apposta i pezzetti di sedano bastardissimi giù per lo scarico, per quanto riguarda le bolle odio quando si moltiplicano oppure quando sono sporche di quel marroncino che poco si abbina al bianco lavandino del bagno

Ale ha detto...

S A ® A :))) grazie

sab io una volta li pigiavo... poi ho dovuto svuotare a mani nude un sifone otturato... -.-'

wiska ha detto...

Le bolle di sapone hanno una struttura incredibile, lo diceva pure lord Kelvin, aho mica chiambretti..
bello sto post, grazie

Ale ha detto...

wè bello sto commento :D
grazie a te! :)))