martedì, dicembre 03, 2019

Sarà che non mi sono mai piaciute le luci a intermittenza

Dev'esserci una lucina in me.
Una minuscola lucina, come quelle di Natale.
Lei sta lì ed io mi salvo.
Mi salvo sempre.
O almeno così è stato sinora.
Intorno c'è caos e lei s'illumina di più.
La gente urla e lei s'affievolisce per non farsi notare.
Cambiano gli odori, gli spazi, e lei rimane ferma.
Qualcosa mi schiaccia e lei balugina più forte.
Se qualcuno mi ferisce, mi fa luce tutt'intorno.
Coi miei entusiasmi più felici, s'agita e scodinzola tutta luccicosa.
Se qualcuno me li umilia, resta lì impettita e s'accende portentosa.
Se perdo di vista qualcosa, lei m'abbaglia senza sosta.
Se calpesto qualcuno e lo ferisco, lei s'allarma e io mi fermo.
Non credo si sia mai spenta.
E, col tempo, ho capito che per proteggermi da tutto,
persino da me, devo proteggere anche lei.



2 commenti:

digito ergo sum ha detto...

lei e te siete la stessa cosa (in mai abol opinion). e non avete bisogno di protezione. al contrario, se devi portare la tua lucina nel mondo, occorre aprirsi. ogni tanto ci si fa male, ma è ampiamente ripagato dalla bellezza di cui ti saresti privata a restare sulla difensiva.

va tutto bene e andrà tutto bene. di cosa preoccuparsi?

Energia Creativa ha detto...

<3