mercoledì, dicembre 03, 2014

Mica come uno struzzo



Una volta, lungo un fiume di montagna, trovai un piccolo posto tra gli alberi dove cuocevano il pane sotto la sabbia calda. Restava coperto per giorni lunghissimi e appena pronto era caldo, croccante, dorato.
Io sono così, i miei mali sono così, stanno sotto la sabbia per anni e ad un certo punto, nonostante tutto, viene fuori qualcosa di buono.

1 commento:

franco battaglia ha detto...

..sarà per questo che adoro la sabbia calda a pelle.. per ascoltare meglio quello che c'è sepolto, e tenercelo forse altri mille anni...