martedì, novembre 18, 2014

Mattoncini

Poi ecco, lo sai, che io non sono brava a costruire coi mattoncini. Costruisco case che non potrebbero mai stare in piedi, se fossero vere. E faccio sempre la stessa cosa, che è come un rischio. Ma non perché li voglia veder cadere. È che mi piacciono gli equilibri, mi piacciono le cose che stanno in bilico. Come i castelli di carte, che se li incolli alla fine non vale.
E allora poggio tutto sui bordi, per vedere se si mette a cadere. Per vedere se restano in piedi.
Che son bravi tutti a poggiare le cose ben salde o a farle cadere quando non si vuole giocare.
A me piace che non li vedi, i pesi.
E sembrano quasi sospesi.
E quasi ci credi, alle magie.



4 commenti:

franco battaglia ha detto...

Perché i post? Come pensi li metti su? ;)

franco battaglia ha detto...

E pensa ancora che si leggono pure, in bilico..

Alessandra Bacci ha detto...

bellissimo! è come giocare con i mattoncini, poi wraaaaaaam va giù tutto e io ricomincio :)

franco battaglia ha detto...

Lo sai che "wraaaaaam" fa moltissimo Baricco?