lunedì, luglio 28, 2014

"Un bicchiere di latte e menta, per favore"

C'è una lei in me che non sa rinunciare a niente.
Una lei che non vuole mai andare a letto, perché è sempre presto ma poi crolla.
C'è una lei in me che ha sempre freddo quando mangia.
Una lei che non sa fare sacrifici.
C'è una lei che ha paura di un respiro troppo vicino al suo, ma non lo confessa per timore d'essere fraintesa.
Una lei che non mangia se non vuole, che beve ai colli di bottiglia.
C'è una lei in me che aspetta le si tenda una mano prima d'attraversare. (Continua qui...)

Ma c'è anche una lei in me che sa capire quand'è il momento di fermarsi, di ascoltare.
C'è una lei in me che ascolta e poi parla.
Una lei che rimette in ordine le cose, le parole.
C'è una lei in me che accavalla le gambe quando scrive.
Una lei che sa dove trovare qualcosa o dove non cercare.
Una lei che sa esattamente cosa vuole.
C'è in una lei in me che conosce i tempi di cottura delle cose.
Una lei che sa accettare e rinunciare.
C'è una lei in me che sa quando tacere.
Una lei che fa gli auguri di Natale.
C'è una lei in me che sa come si usa un giravite.
Una lei che sa che con un avvitatore si fa di certo prima.
C'è una lei in me che non smette di viaggiare.
Una lei che ha la pazienza di rimettere in ordine i calzini.
C'è una lei in me che non si volta mentre un treno s'allontana.
Una lei che non sopporta d'essere fraintesa e criticata.
C'è una lei in me che non scende dai tacchi fino a sera.
Una lei curiosa, ordinata e creativa.
C'è una lei in me che non sa accettare le debolezze altrui.
Una lei che non ha mai messo un chiodo dritto.
C'è una lei che affronta le cose con prudenza.
Una lei che non si avvicina a chi è cinico per difesa.
C'è una lei in me che detesta la pasta al dente.
Una lei che chiude le finestre quando piove.
C'è una lei in me che se piove si bagna.
Una lei che tiene i conti e paga la sua parte.
C'è una lei in me che sta sotto le coperte anche in agosto.
Una lei che se trasformare un bacio, in un bacio sensuale.
Una lei che sa che senza candeline non è festa.
C'è un lei in me che ama mangiare sul letto.
Una lei che toglie le briciole appena si alza.
Una lei che detesta oltremodo lavare i piatti.
C'è una lei che ha infiniti segnalibro ma non li usa.
Una lei che sa come si fa a non mancare.
C'è una a lei che aspetta la metro lì dove s'aprono le porte.
Una lei che sa quando è il momento di andare.
C'è una lei che se va via poi non ritorna.
Una lei che cerca di perdonare certi errori.
Una lei che non sa perdonarsi certi errori.



Io, cerco d'imparare a non cadere dall'equilibrio liquido che tendo continuamente a creare. Ho imparato che se cado poi mi asciugo. Io, ho imparato che so stare a galla nel mio equilibrio solo quando non scendo a compromessi con quello che di più profondo voglio.
Io so che c'è in me una donna e che ogni tanto, quando serve, prende in braccio quella bambina al bancone della Tavernetta.




5 commenti:

franco battaglia ha detto...

Ma nei gioiellini di lei che ti palpitano dentro che c'incastra quella che detesta la pasta al dente?
Scolala via. ;)

giardigno65 ha detto...

quella donna c'è, la vedo pure io

Anonimo ha detto...

Da quando ti conosco, da quando ti leggo anche a ritroso nel tempo, bè leggo, sento, vedo questa 'lei' e tutte le volte penso a quanto sarebbe figo un giorno leggere qualcosa similmente forte dedicato ad un allegro 'noi' e ti ci vedo sai a raccontare di quante cose strambe é questo 'noi' che con costanza e ammirazione come per il 'lei' sei riuscita a creare. Con costanza, dedizione, fiducia e un pizzico di fantasia quanto basta. Maiale escluso.

Ah, no il 'noi' non è il 'noi=io+te', quello che intendo é un 'noi=te+incastro(*)+mostri-carlo-altrimostri'.

Dai su, qui si tifa per te!

(*) prodotto di stagione non congelato.

Sheldon ha detto...

C'è tanta tanta consapevolezza, leggo. Mi mette in crisi, perché mi muove a un'autoanalisi, accidenti. Ci penso su.

Ale ha detto...

Franco ...è proprio tremenda quando è dura.

giardigno :) io mi fido eh?

Anonimo... (che forse poi così tanto anonimo non sei) ...io non lo so se questo mio noi arriverà o no. però forse lo voglio molto più di quanto non voglio ammettere. Maiale incluso.