venerdì, giugno 03, 2011

Quando tu avrai un passato di Raymond Queneau

Quando tu avrai un passato,
Yvonne, ti accorgerai che cosa
curiosa che è. Prima di tutto, ce
ne sono di angoli interi, di frane:
dove non c'è più niente. Altrove,
erbacce che sono cresciute a
casaccio, e non ci si capisce più
niente neppure lì. E poi ci sono
posti che ci sembrano così belli
che uno se li rivernicia tutti gli
anni, una volta d'un colore, una
volta d'un altro, e lì la cosa
finisce per non somigliare più per
niente a quella che era. Senza
contare quello che uno ha creduto
molto semplicemente e senza
mistero quando è successo, e che
poi anni dopo si scopre che non
è tanto chiaro come sembrava,
così come alle volte tu passi tutti
i giorni davanti a un affare
qualunque senza farci caso e poi
tutt'a un tratto te ne accorgi.


Raymond Queneau

Posta un commento