sabato, novembre 13, 2010

Qualcosa di confortante

Le piccole cose hanno rotto. Non esistono cose piccole e cose grandi. Le cose grandi sono un elefante, una locomotiva, un castello. Le cose piccole possono solo che essere moscerini, granelli di sabbia, briciole di pane. E non è che valgono meno.
Ci si può riempire una vita a secchiate, di piccole cose. quindi ho deciso di sparpagliarle qui e lì, le mie, piuttosto che chiamarle così. E stasera chiaccherando, mi sono accorta che alcune stanno benissimo dentro la varietà cose confortanti.
E' confortante un uovo alla coque, una tazza di latte e orzo, il vin brulé, è certamente confortante una borsa dell'acqua calda, un plaid, una sciarpa, tenere un fazzoletto dentro il pugno, o un brodo caldo.
Le cose confortanti non lo sono solo perché calde, è confortante anche il riso al latte o l'odore della lavanda.
un carillon, sollevare un caleidoscopio e guardarci dentro. guardare un post-it scritto chissà quando, mettere l'acqua al tuo ciclamino o veder crescere una piantina d'edera.
E' confortante accorgersi che qualcuno ha riposto qualcosa così come piace a te, o riguardare il mio film d'amore preferito ancora una volta. E' confortante mettere i pantaloni del pigiama e il profumo dei narcisi.
Le piccole cose, o quelle confortanti, come le mie, non valgono di meno. Sono preziose.

4 commenti:

Minerva Jones ha detto...

Tutte, tutte, tutte queste cose sono ottime occasioni per stare molto bene - sono con te, con il più profondo piacere con cui le si possa vivere! :-)

Anonimo ha detto...

Superb blog post, I have book marked this internet site so ideally I’ll see much more on this subject in the foreseeable future!

iggy ha detto...

si, molto si..

Ale ha detto...

sì, sirisì, sì sì.