domenica, settembre 19, 2010

Fagli fare almeno un salto, o due, al tuo sasso.

Ho un gran silenzio intorno, nessun rumore il legno del tetto, nessun rumore in strada, nessun rumore il vento, o l'acqua. E con questo gran silenzio dovrebbe essere più facile sentire il rumore che si ha dentro, soprattutto se stride o sbatte le porte, arrabbiato. E invece nulla, non si sente nulla. Nemmeno se mi alzo, prendo una tazza, un cucchiaino, la zuccheriera e riempio l'aria di rumori. Ritorna, come l'acqua torna quieta dopo un sasso o una goccia. C'è un gran silenzio ed è insopportabile.

2 commenti:

iggy ha detto...

se non avessi sentito nulla, non credo che avresti scritto ciò che hai scritto (e pensato)..

Ale ha detto...

è vero... forse vorrei poter sentire e trovare in me ciò che cerco, di capire.