venerdì, ottobre 09, 2009

Gli asini non volano. Soprattutto in guerra.

"Regalare un po' di gioia ai piccoli in tempi di guerra anche a costo di barare. Nasce così la storia degli asini diventati zebre. I due esemplari autentici sono morti durante l'offensiva israeliana di gennaio a Gaza. Per non deludere i bambini i responsabili dello zoo hanno deciso di utilizzare i due asini a cui sono state disegnate le strisce anche perché, cosa non secondaria, lo zoo non ha fondi per l'acquisto di esemplari autentici". Repubblica.it 09-10-2009




E che nessuno si azzardi a dirmi che questa è solo spettacolarizzazione dei drammi della guerra.
Perché lo so già. E mentre atterrisco, mi commuovo lo stesso.

2 commenti:

Chica ha detto...

..a me gli asinelli già fanno tenerezza...quando poi, ignari, si prestano a passar da zebre, ancora di più...e i bambini di Gaza, sarà retorica, me li stringerei tutti al petto...

Ale ha detto...

sono irritanti le parole di commento alla foto, andava lasciata al lettore qualunque tipo di considerazione . ...la storia in sè per sè mi ha fatto venire i lucciconi (sono scema, lo so).