sabato, maggio 23, 2009

L'Alhambra

"Generalife, è il giardino delle Mille e una notte... nelle mie favole...

Cammini per viali bianchi, dove il rumore dell'acqua e il profumo delle rose, ti entra nei pensieri...
Le fontane sono umili e silenziose... un rumore delicato e naturale...
Ninfee che galleggiano sull'acqua, dipingendola di verde e bianco. Le rane prendono il sole.
I colori del giardino cambiano in sfumature che nemmeno nelle mie fantasie più dolci, immaginavo.
Le viole sfumano dall'indaco più passionale al bianco più puro...all'azzurro del cielo.
...e il mirto accarezza le mani.
Pietra e sabbia si confondono in disegni intrecciati e perfetti...
niente uomini.
Sette cieli stellati sembrano essere lì da sempre... e nelle linee intarsiate del legno lo sguardo si perde incantato come in un incantesimo.

Come Shahrazad.. ogni notte inventa una nuova storia che si perda tra il sonno e la veglia...
che dia incanto al vivere nell'astuzia del pensiero e nel fascino delle parole.
Ricama poi dentro il tuo occhio con un ago e fili d'argento la storia della tua vita...
...così che possano essere sempre presenti al tuo sguardo i moniti e gli insegnamenti.. i sogni.

E credi nella tua favola... per sempre. "



Granada, 23 Maggio 2006


[e al tramonto, disteso sui muretti sopra il Darro, puoi sentire la vita.]

Posta un commento