lunedì, aprile 13, 2009

Sweeney Todd (2007) Un film di Tim Burton

E' una favola, ma grottesca.

Non è la definizione di genere più felice vista la premessa, lo svolgimento e la conclusione, ma in qualche modo è una favola, senza troppi colpi di scena o una morale sublime.

L'adattamento a partire dal musical degli anni settanta forse influisce sulla distribuzione degli indizi, rendendo troppo ovvi i passaggi e la caratterizzazione dei personaggi.

Un esercizio di stile però assolutamente ineccepibile.



Una Londra vittoriana surreale sospesa tra le tenebre ed il grigiore reale e simbolico della perversione. Stupenda la fotografia. Stupendi cambi di colore e d'atmosfera. Quella sfumatura caricaturale tipica del fumetto unita in maniera eccelsa ai contorni di una commedia cupa e drammatica, lo rende quasi umano, senza lasciare il tempo di alienarsi o di fruirne con troppa disinvoltura.







6 commenti:

Anonimo ha detto...

Non l'ho visto, e ti dirò, forse non lo vedrò. Il Depp mi è cordialmente antipatico, e Burton mi pare sopravvalutato, a parte il primo Batman, ergo boh, l'accoppiata mi convince poco e mi uggia tanto.
Preconcetti, lo so :-o

(abbasso il firewall e anche il nano)

Stella ha detto...

io adoroooooooooooo!


PSammazza quanto hai scritto!!!

Ale ha detto...

Beh, io non lo consiglierei, piuttosto se dovesse capitare sott'occhio, direi di non sottrarvisi, a maggior ragione per un amante della fotografia.
Depp mi è cordialmente simpatico, Burton un po' meno... in ogni caso, l'atmosfera e alcune scene, ahitè, meritano un'occhiatina.

(abbasso il nano... il firewall mi è cordialmente antipatico :p )

Ale ha detto...

Bentornata Stelllina! :)

Ale ha detto...

ps. sono particolarmente ispirata... sarà la primavera, o il mal di testa... chissà ;o)

Stella ha detto...

il mal di testa!;o)