mercoledì, aprile 08, 2009

Sono un tema sospeso

"...usato nella tradizione grammaticale a indicare una frattura, una deviazione sintattica nella strutturazione della frase, tale da lasciare incompiuto il costrutto d'apertura [...] esso risponde in sostanza a un affioramento impulsivo del soggetto logico, posto in primo piano all'esordio del discorso, e a un successivo cambio di progettazione per l'esigenza di dare spazio a un'altra urgenza informativa" (tratto da Elementi di Linguistica Italiana)

...ed i miei discorsi, con sua somma irritazione, sono lunghi e prolissi. Non finirebbero mai.

Io vorrei non finire mai.
Perdermi in un fiume di parole.
Ingoiarle come acqua e riversarle fuori
argentee, liquide, scioglierle nella mia boccetta di mercurio.
Avvelenarmi di parole anche, se serve.
O fluttuare nel mio fiato appesa ad una di esse.

finchè...

un'urgenza di me, prende il sopravvento, scavalca tutto, come un'onda e viene fuori.

Io vorrei non finire mai.
Io sono le mie parole, ed i miei silenzi.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Uhm, direi una visione sinestetica del linguaggio. Non ricordo chi gli attribuisca un valore quasi pranoterapeuta (absit iniuria verbis), ma sei piuttosto d'accordo con lui, mi par.
Forse Jakobson, uhm. Può essere?

(mr. Firewall -.-')

Ale ha detto...

:) mannaggia hai ragione! avrei dovuto pensarci prima! anacoluto e sinestesia... era perfetto! ...dovrò modificare questo post!

Non so chi sia, ma adesso devo assolutamente scoprirlo... oggi ho letto qualcosa in proposito, se approdo a qualche scoperta ti farò sapere.

In qualche modo ormai il tuo firewall mi sta simpatico, l'ho personificato e lo immagino tramare come un nano burbero! Chissà perchè poi un nano!

Stella ha detto...

diciamo un Love Burbero....;o)

Anonimo ha detto...

Eh, Jakobson è un personaggio importante, sicuramente ti è capitato di studiarlo. Parlava anche di metafora e metonimia, solo che io feci un brevissimo approfondimento e ormai non ricordo nulla, la canutezza avanza. Sigh
Comunque che il mio, e sottolineo mio, possa risultar simpatico è oltraggioso, sappilo. Umpf. Te lo immagini come un nano perché ormai siamo abituati ai nani che tramano :D

(Abbasso il firewall)

Ale ha detto...

...tempo fa mi iscrissi al fronte liberazione nani da giardino... la cosa all'epoca mi sembrò interessante... devo dire che nonostante gli eventi e il sentir comune... io ho e mantengo una forte simpatia per i nani. Quelli veri, senza rialzi, s'intende. ;)